amburgo

3 o 4 gocce di stato selvaggio non hanno

                 nulla a

che fare con l’altezza eppure lui

è un signore pieno di rubli

lei tremante come il vento d’estate

capelli di grano con le scarpe che

facevano acqua da tutte le parti

                             ha visto l’insonnia

ad amburgo con la voce morente

l’avversità ha fermato l’operaio

e lo ha tirato per la giacca avvolgeva

i fiori come denaro con

                        pochi sogni tra le dita

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: