L’Uccello Blu (ADR): 564

Tra le doglie che soffocavano l’erba del frassino

Con la catena segreta alle ossa inospitali

Tra il deserto dei liuti spezzati

Ho attraversato tutte le paludi del pianto                                                                                                      Mentre i morti in autunno si lasciavano i fuochi fatui

Alle spalle biasimando il canto del cigno

Qualcuno dice che dio è simile al vecchio padre                                                                                                                                                                                         di famiglia che ascolta e consola facendosi prestare una pipa

Ho attraversato tutti i porticati dei venti                                                                                                       Disertando gli elementi della notte

Con il desiderio del chiostro severo e ultimo

La gabbia mi imprigiona quando le regole del gioco

Se ne sono ormai andate dalle gronde del castello

Per altre composizioni,voce L’Uomo, su: http://www.adierre-artgallery.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: