L’Uccello Blu (ADR): 562

Lo sai che il mondo sta a guardare la casa che brucia

Cavalcando la città ingioiellata sul ponte di sera                                                                                        Dormendo sul tempo caldo di sudore

Il vento verde del cielo fomenta la follia

Ho viaggiato nella notte con la memoria arida del cuore                                                                                      Dove il giorno sotterra i morti e i leoni del dubbio

Le donne si sciolgono in false lacrime rosse

Dando fuoco al velo dei gemiti

Lo sai che il respiro furtivo degli occhi sporge a capofitto                                                                           Sul manto salmastro del felino

Uccido la forza umana sulla croce del buio                                                                                                  Conoscendo che a nessuno importa che io viva o che muoia

La notte scende dalla città nei sobborghi e nei cortili umidi

Quando i cani latrano restituendo ciò che è stato dato

Da solo me ne vado verso le catene della genesi sconfessata

Per altre composizioni,voce L’Uomo, su: www.adierre-artgallery.com

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: