L’Uccello Blu (ADR): 683

Ci sono ossa bianche accoppiate sul fiume di stelle

Dopo la lunga pazzia del corpo sul fuoco dell’urna ascendente                                                                        Me ne sono andato in esilio prima che venisse la notte

Tra i confini osceni e dai frutti disfatti

Lo zodiaco irrompe nel verde tumulto delle palpebre

Me ne sono andato in esilio prima della notte promessa                                                                              Tra le colonne del tempio che rovescia rose di rutilo

Dentro la pioggia ho incendiato la casa                                                                                                                   Tra l’iride del fungo fino al limite del sonno

Affrettare l’inevitabile non è che risparmiarsi la fatica inutile di vivere

 Il dolore morde le cimici del corpo penzolante dal cielo                                                                     L’altro lato del mattino si avvicina mangiando luce

Sull’uovo del serpente io ho un cranio in esilio 

Per altre composizioni,voce L’Uomo, su: www.adierre-artgallery.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: