Soir, una poesia di Antonin Artaud

I fiumi rosa scorrevano sotto le grandi stelle

Quando tutte le colombe vermiglie del giorno

Non avevano abbandonato le colonnine del giorno

Dove le donne tendono i loro capelli come vele…

Le libellule d’oro erano cadute nelle messi,

I mietitori falciavano le loro ali come spighe,

I mietitori dell’ombra e della notte rosa

Dai cuori cantanti come violini stellati.

Era una sera fiorita di colombe mistiche,

Che posava e sognava sulle urne del cuore,

Come le colombe d’oro dei sacrifici eucaristici

Sui tabernacoli del Signore.

Era una sera favorita dai venti cullanti

Di un religioso agosto in cui canta la cicala;

Era un sera antica in cui l’anima di Dio crolla,

Ruota nei fremiti del fogliame illividito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: