L’Uccello Blu (ADR): 471

La felicità dal nome del sotterraneo diroccato

Si dimentica presto tra le nuove spoglie la felicità ossuta                                                                                  Simile al fiore di rutilo e il regno

Delle foglie di betulla al secondo mese lunare

Io sono il bersaglio della mia rivolta senza parole che possano redimermi                                                                                                                                                                                               Da quando ho incenerito per sempre ogni mondo nel cuore

 La fontana è sempre rossa del sangue e del vino                                                                                                  Della notte e del liuto senza corde nella casa dell’uomo

Per altre composizioni,voce L’Uomo, su: www.adierre-artgallery.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: