L’Uccello Blu (ADR): 738

Me ne andrò finalmente via dalla tana dei lupi avvolta nella nebbia

 Una foglia di castagno cadrà nell’acqua                                                                                                                                                                                 Sul lago del castello in rovina                                                                                                                                      Nel tempo scosso dal tocco dell’airone

 Niente più ringhiere sulla metà del corpo di luna                                                                                           Vivere nella Noia e cercare altri bisogni

Nel pendolo oscillante tra il desiderio e il dolore inevitabile

 Il gioco iniziato con dieci monete d’oro                                                                                                                  Si è perso per sempre dietro il sorriso aggrottato

 L’artemisia del vento freddo di fine anno mi restituirà la veste di porpora

 Per altre composizioni,voce L’Uomo, su: http://www.adierre-artgallery.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: